martedì 17 settembre 2013

Mei tai: piccoli trucchi per renderlo ancor più comodo!!

Mei tai più comodo, con qualche trucchetto!
Il mei tai è sicuramente tra i miei porta bebè preferiti: facile e veloce da indossare, poco ingombrante, leggero, e sopratutto comodissimo!! Inoltre riesce a seguire, adottando gli opportuni accorgimenti, la crescita del bambino fin dai primi tempi a quando diventano "grandi" (quest'estate abbiamo portato Ale, che a breve compirà 4 anni -per 18 kg-, in mei tai e onbuhimo... Per lo più durante le lunghe passeggiate in montagna, sulle Dolomiti)

C'è da dire però che nel corso degli anni, "testando" praticamente ogni giorno i nostri mei tai su Alessandra e Lorenzo, ho avuto l'opportunità di osservare e
successivamente modificare qualche cosa che non mi soddisfava completamente dal punto di vista della comodità nel portare. Innanzitutto, e questo capitava per lo più all'inizio che portavo Ale sulla schiena, dopo poco tempo la mia cucciola scivolava verso il basso, scendeva insomma (come se la legatura si fosse allentata) con conseguente fastidio (e a lungo termine, dolore) specie nella zona lombare. Man mano, prova che ti riprova, e anche grazie al confronto con le preziose mamme-canguro del gruppo Facebook Portare i bambini-fascia porta bebè, ho capito dove sbagliavo: 

1) innanzitutto nel legare le fasce ventrali, la "cintura" del mei tai, troppo basse sulla vita: annodandole più alte, invece, la mia bimba restava di conseguenza più alta sul mio corpo (anche se so di mamme che preferiscono legare basso, credo molto giochi anche la costituzione fisica di chi porta)


 
Legatura alta delle fasce ventrali, appena sotto il seno

2) un altro sbaglio che facevo, era di non tirare abbastanza le fasce/spalline del mei tai quando sollevavo il pannello per coprire la schiena di Alessandra... Mi accontentavo di tirare su lo schienale, portando poi le fasce dietro il sederino e di nuovo in avanti, per annodare in vita: per me era fatto! Invece, col tempo ho capito l'importanza non solo del tirare bene, bensì anche del... Saltellare!! Facendo qualche saltello tenendo ben salde le fasce prima di portarle dietro, quando siamo ancora in piedi, appena dopo aver tirato su il pannello, il bambino "scende" meglio all'interno del mei tai, vi si accomoda, e il peso viene distribuito in maniera ottimale.
Quindi... Saltellare! (anche per questo portare fa bene, altro che palestra!)

Saltelli!!
Col tempo, quindi, avevo risolto l'inconveniente del mei tai che si "abbassava", mi accorsi però, dopo neanche tanto, che c'era un'altra cosa che mi dava un po' di fastidio: le spalline del mei tai dopo un po' mi scivolavano verso l'esterno... Molto noioso doverle, ogni tot secondi, risistemare! Ci voleva qualcosa che le tenesse bloccate, ben ferme... Finchè, guardando video su YouTube, alla fine mi imbatto nel tutorial giusto: mei tai con legatura alla tibetana (naturalmente ho salvato negli anni il link prezioso al video!) In pratica, anzichè chiudere la legatura sulla schiena annodando le fasce in vita, come facevo, avrei dovuto incrociarle sul seno, facendole passare sotto le spalline, e legare: comodissimo! Ma proprio tanto!! Con la legatura alla tibetana non solo si evita la noia di dover tirare su le spalline sgattaiolanti verso l'esterno, ma si distribuisce meglio il peso del bambino sulle spalle... Si può così portare a lungo, molto a lungo, senza affaticarsi :))

Chiusura alla tibetana, anche in onbuhimo



 
Legare alla tibetana, anche d'inverno, sui giubbotti (non fate caso a me e ai miei capelli!)

Una delle critiche che si muove al mei tai "classico" (intendo il modello finora più diffuso, con spalline di media larghezza, circa 15 cm, contrapposto al wrap tai, o mei tai con fasce extra large, circa 30 cm) è quello di avere delle fasce che non avvolgono bene (e di conseguenza, non sostengono in maniera adeguata) il bambino, il quale finirebbe per stare scomodo e, sopratutto d'estate, con le gambette segnate dal passaggio delle fasce. Premesso che sulle cosciotte nude dei nostri piccoli il segno della stoffa del porta bebè (che sia fascia ad anelli, o mei tai, o fascia lunga, poco cambia), il segno si formerà sempre, e che tale segno il più delle volte preoccupa solo noi genitori, lasciando i piccoli koala praticamente indifferenti (se a voi desse fastidio qualcosa, riuscireste a spararvi quelle clamorose nanne nelle quali i nostri cuccioli sprofondano beati? Evidentemente per loro non è una tortura :) , si può risolvere adottando la "lexi twist", un particolare tipo di incrocio delle fasce dietro la schiena del bambino che consiste nell'intrecciarle tra loro, formando uno snodo: in questo modo la stoffa scavalca le cosciotte, passandovi completamente sotto, senza lasciare segni.

Zia Bebby porta Lorenzo sulla schiena, incrocio "lexi twist"

Personalmente, devo confessare che la lexi twist non mi entusiasma... Sarà perchè su di me non viene mai bene come quando la faccio ad altre persone (vedi mia cognata, foto sopra :) , sarà perchè non la sento "fasciante" come legatura, fatto sta che l'ho fatta poche volte! Tra l'altro sono venuta da poco a conoscenza che la Scuola del Portare sconsiglia decisamente questo tipo di legatura, perchè il "nodo" formato dalla stoffa preme oltremodo contro la schiena del bimbo, scaricando erroneamente il peso. Preferisco, dal canto mio, fare in un altro modo, e cioè, all'atto di incrociare le fasce dietro il sederino del bimbo, farle passare sopra le gambette anzichè sotto: otterrete un'unica "fasciona" da 30 cm, da aprire tutta ben bene, spiegando il tessuto... Più comoda per il bambino, che è più avvolto e sostenuto dal tessuto, ma anche per chi porta, perchè il piccolo aderisce meglio alla schiena della mamma o del papà, noterete la differenza!

Fasce che passano sopra le gambine, anzichè sotto...


...Sostegno maggiore, maggior comfort per mamma e bimbo!

Fasce sopra le gambette, e chiusura alla tibetana... Comodissimo!


Abbiamo provato a raggruppare qualcuno di questi "trucchi" in un video tutorial, già caricato su youtube qualche mese (o anno? Come passa il tempo!) fa... Lo posto anche qui, magari può essere d'aiuto, con l'auspicio di riuscire in tempi più brevi a montare il seguito di questo video "tips and tricks" ;))
Nell'attesa, come sempre... Buon portare a tutti!!!






2 commenti:

  1. Ci vorrebbe un nuovo tutorial che riassume tutti i trucchi x portare. Non ho capito bene quella della fascia unic :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, si, hai ragione, infatti non vedo l'ora di montare il video nuovo! In pratica si tratta di far passare, dopo averle incrociate dietro al sederino, le fasce sopra le cosciotte anzichè sotto :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...